Se siete alla ricerca di un Società che vi assista per la gestione della sicurezza sul lavoro e per i servizi connessi come la sorveglianza sanitaria o i corsi sulla sicurezza siete nel posto giusto. Operiamo a Milano, Roma e in tutta la provincia per piccole o grandi aziende. Contattateci al numero 02.40705812

Il corso RLS

Il corso RLS serve a dare una formazione adeguata a chi ha il compito di partecipare alla gestione della sicurezza sul lavoro, facendosi portavoce dei lavoratori. Tale soggetto è, per l’appunto, il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza. Secondo quanto disposto dalla normativa in vigore in materia di sicurezza sul lavoro, cioè il decreto legislativo 81/2008, il numero minimo di RLS è di uno nelle aziende o nelle unità produttiva fino a duecento lavoratori, di tre in quelle da 201 a 1.000 lavoratori e di sei dove ci sono oltre mille dipendenti. Una volta eletto, il suo nominativo deve essere comunicato all’INAIL

Il corso RLS deve avere una durata minima di 32 ore, e serve a conferire a tale soggetto le competenze tecniche e giuridiche tali da poter essere in grado di promuovere e attuare le misure di prevenzione e protezione, rappresentando i lavoratori nell’ambito della sicurezza. I contenuti da trattare sono discussi in sede di contrattazione. In particolare, questi devono riguardare la legislazione e i principi giuridici in materia di salute e sicurezza sul lavoro, oltre che la definizione e l’individuazione dei fattori di rischio presenti in azienda e le necessarie misure di prevenzione e protezione da essi. Il corso per la formazione deve essere altresì ripetuto con cadenza annuale secondo determinati criter identificabili nelle disposizioni contenute nel corso di aggiornamento annuale per RLS.

Oltre il corso RLS di 32 ore, occorre frequentare anche quelli di aggiornamento: questi possono essere di 4 ore. per i Rappresentanti dei Lavoratori facenti parte di aziende che occupano fino a 50 lavoratori e, invece, di 8 per quelle aziende che superano i 50 lavoratori. Alla fine dei corsi, di qualunque tipo essi siano, viene poi rilasciato un regolare attestato comprovante l’avvenuta formazione. Le classi di formazione RLS devono essere tenute da docenti con un minimo di cinque anni di esperienza nell’ambito della sicurezza sul lavoro. Proprio perché garante della normativa in vigore, durante il corso di base, il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza deve pure seguire un modulo specifico dedicato alla comunicazione, così da apprendere le tecniche di base per affrontare e sapere gestire tutte le situazioni che potrebbero presentarsi durante lo svolgimento del proprio ruolo.

Tale figura aziendale deve disporre di tutto il tempo necessario che serve allo svolgimento del proprio incarico, senza che si verifichi una perdita di retribuzione, come pure dei mezzi e degli spazi necessari per l’esercizio delle proprie funzioni. Inoltre, non può subire alcun pregiudizio a causa dello svolgimento della propria attività e nei suoi confronti devono essere applicate le stesse tutele previste dalla legge per le rappresentanze sindacali. A sua volta, il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è tenuto al rispetto delle disposizioni indicate dalla legge sulla privacy e del segreto industriale, quando svolge il ruolo che gli è stato assegnato e per cui è stato nominato.